Trasformazione del bosco in Comune di Sondrio

Il rilascio dell’autorizzazione alla trasformazione del bosco per il solo territorio del Comune di Sondrio è di competenza della Provincia di Sondrio, in quanto Ente forestale di riferimento, ai sensi della L.r. 31/2008 e dell’art. 80 comma della L.R. 12/2005. Per il restante territorio la competenza è delle Comunità Montane o dei Parchi di riferimento.

Il bosco è un bene vincolato sotto il profilo paesaggistico e naturalistico. La trasformazione del bosco è vietata, salvo autorizzazione rilasciata "compatibilmente con la conservazione della biodiversità, con la stabilità dei terreni, con il regime delle acque, con la difesa dalle valanghe e dalla caduta dei massi, con la tutela del paesaggio, con l'azione frangivento e di igiene ambientale locale". Con trasformazione del bosco s’intende ogni intervento artificiale che comporta l'eliminazione della vegetazione esistente oppure l'asportazione o la modifica del suolo finalizzate ad un'utilizzazione diversa da quella forestale.

Salvo i casi di esonero previsti dalla legge, il rilascio di autorizzazione alla trasformazione del bosco è subordinato all’esecuzione di un intervento compensativo ed è ammissibile solo in circostanze specifiche previste dal Piano di Indirizzo Forestale della Comunità Montana Valtellina di Sondrio e secondo criteri dettati da Regione Lombardia.

La procedura è stabilita dalla L.R. 31/2008 “Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”, ed in particolare dagli articoli 43 “Tutela e trasformazione del bosco” e 44 “Vincolo idrogeologico e trasformazione d’uso del suolo” e dalla d.g.r. 675/2005 “Criteri per la trasformazione del bosco e per i relativi interventi compensativi”. Le procedure previste per l’autorizzazione alla trasformazione del bosco si raccordano con quelle per l’autorizzazione paesaggistica come previsto dal D.lgs 42/2004 “Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della Legge 6 Luglio 2022, n. 137”. 

Ai sensi dell’articolo 44 comma 2 bis della L.R. n. 31/2008, l’autorizzazione alla trasformazione del bosco assorbe l’autorizzazione alla trasformazione d’uso del suolo nei terreni soggetti a vincolo idrogeologico.

Essendo la trasformazione del bosco soggetta anche ad autorizzazione paesaggistica, il progetto di trasformazione deve essere contestualmente sottoposto all’esame della Commissione paesaggio Provinciale e successivamente trasmesso alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’ottenimento dei pareri previsti dal D.lgs 42/2004. La Provincia, alla fine dell’iter istruttorio, emette un provvedimento unico autorizzativo.

Cosa fare

Il richiedente deve presentare una richiesta di trasformazione del bosco unitamente all’istanza di autorizzazione paesaggistica in marca da bollo. I richiedenti privati, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R.380/2021, devono presentare istanza tramite Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Sondrio. Se la richiesta è inerente attività produttive l’istanza deve essere presentata tramite Sportello Unico Attività Produttive, ad esclusione di quanto previsto all’art. 2 comma 4 del D.P.R. 160/2010.

  • per quanto riguarda la trasformazione del bosco la documentazione da allegare deve essere conforme a quanto previsto dalla D.G.R. 675/2005 e sue modifiche. Potrà essere richiesta ulteriore documentazione tecnica finalizzata a valutare che la trasformazione del bosco non comporti problemi connessi "con la conservazione della biodiversità, con la stabilità dei terreni, con il regime delle acque, con la difesa dalle valanghe e dalla caduta dei massi, con la tutela del paesaggio, con l'azione frangivento e di igiene ambientale locale".
  • per l’autorizzazione paesaggistica la documentazione da allegare deve essere quella indicata nell’Accordo del 4 Agosto 2006 MIBAC-Regione Lombardia.

Al termine dei lavori di trasformazione del bosco il richiedente deve comunicare alla Provincia di Sondrio l’avvenuta trasformazione, ai sensi della D.G.R. 675/2005.

Costi

All’istanza deve essere allegata una marca da bollo da €16,00. A conclusione dell’istruttoria è necessaria un'ulteriore marca da bollo da € 16,00 da apporre sul provvedimento finale.

Tempi

120 giorni salvo interruzioni per integrazione documentale

Note

Normativa di riferimento

  • Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137 (D.lgs n. 42/2004);
  • Criteri e procedure per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di beni paesaggistici (D.G.R. 2727/2011);
  • Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzativa semplificata (D.P.R. 31/2017);
  • Approvazione, ai sensi degli articoli 84 e 85 della l.r. 12/2005, della modulistica utile alla predisposizione degli atti e delle determinazioni che gli enti locali lombardi debbono assumere nei procedimenti paesaggistici di loro competenza (D.D.G. n. 10892/2017);
  • Individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica degli interventi proposti, ai sensi dell’articolo 146, comma 3, del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto legislativo 22 Gennaio 2004, n. 42 (D.P.C.M. del 12 Dicembre 2005);
  • Testo Unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale (L.R. n. 31/2008);
  • Testo Unico in materia di foreste e filiere forestali (D.lgs n. 34/2018)
  • Criteri per la trasformazione del bosco e per i relativi interventi compensativi (D.G.R. 675/2005 e s.m.i.
  • Adeguamento del valore del soprassuolo stabilito con D.G.R. n. 675/2005 (Decreto n. 16542/2022);
  • Valori agricoli medi della Provincia di Sondrio per l'annualità 2023, redatti dall’Agenzia delle Entrate, Ufficio provinciale di Sondrio
  • Piano di Indirizzo Forestale redatto dalla Comunità Montana Valtellina di Sondrio;
  • Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali (D.lgs 267/2000);

Per informazioni

Gisella Frepoli
Telefono: 0342 531273
E-mail: gisella.frepoli@provinciasondrio.it

Giorgia Boscaini
Telefono: 0342 531269
E-mail: giorgia.boscaini@provinciasondrio.it

Orari

Da lunedì a giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 16:30.
Il venerdì mattina dalle 9:00 alle 12:00

Responsabile del procedimento

Settore Agricoltura, Ambiente, Caccia e Pesca
Servizio produzioni vegetali, infrastrutture e foreste
Responsabile: Alberto Sandrini
Telefono: 0342 531289
E-mail: alberto.sandrini@provinciasondrio.it

Potere sostitutivo

In caso di inerzia del responsabile di servizio, trascorsi i termini di conclusione del procedimento, il potere sostitutivo è in capo al Dirigente di Settore
Evaristo Pini
Telefono: 0342 531111
E-mail: evaristo.pini@provinciasondrio.it